Home

Pubblicato su http://www.memecult.it

Una guerra psicologica tra menti brillanti. Piccoli, grandi geni che si sfidano in duelli d’astuzia e d’intelligenza. E infine, l’incredulità smentita sull’esistenza degli dei della morte, gli Shinigami.

Death Note è un manga giapponese, di cui sono state realizzate sia l’anime che dei live action e a breve su Netflix uscirà il nuovo film del regista Adam Wingard. Parla di un quaderno della morte che ha il potere di ammazzare colui il cui nome sia scritto tra le sue pagine. Ligth Yagami, lo studente protagonista della storia, ne entra in possesso e decide di uccidere tutti i criminali del mondo, innalzandosi a dio della giustizia tra gli uomini.

Nel corso della storia il cinismo, la freddezza e la malvagità con cui Light, nelle vesti di Kira, compie certi reati, si confondono con la nobile causa per cui sono stati commessi: proteggere i deboli, gli indifesi e le vittime di soprusi. Risulta difficile a volte capire quale sia la cosa giusta da fare, se giustiziare o meno questi criminali, oppure seguire i metodi ortodossi che statisticamente non riducono il numero di reati nel mondo. Sicuramente l’estremismo che caratterizza Kira, trova numerosi seguaci tra i fanatici di certi ideali e valori, ma le persone più calme e razionali non fanno fatica ad etichettarlo come un serial killer psicopatico che va catturato a tutti i costi.

L’intelligenza superiore alla media e la furbizia che caratterizzano il protagonista, sembrano non lasciare spazio ai suoi avversari: spesso gli consentono di farla franca, cosa che non sempre capita a coloro che si schierano dalla sua parte. Tutti restano affascinati dal modo di fare, oltre che dalla bella presenza fisica di Light, ed in particolare l’incantevole Misa, protagonista femminile del racconto. Come lei, sono tanti a restare plagiati da lui, mentre sono pochi a tenergli testa. Tra questi ultimi c’è il suo più grande rivale che gli dà continuamente filo da torcere: Elle, l’investigatore privato più in gamba al mondo, che vuole catturare Kira.

La sfida tra i due è avvincente e non consente momenti di calma e relax: è una tensione intellettuale continua che sembra non avere fine. Tuttavia, in questo thriller psicologico dai connotati surreali e fantastici, un’inaspettata fine si avrà. Bisognerà vedere se la trama del film che uscirà a breve, sarà fedele al manga originario oppure no.

Adelaide De Martino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...